closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Riforme, le false ragioni degli «intoccabili»

Le decisioni prese non si possono cambiare, dice Renzi usando argomentazioni senza fondamento E si nomina interprete della volontà popolare, cancellando però il referendum di nove anni fa.

È mirabolante il tipo di dibattito che si svolge sulla riforma del Senato. Ad una valutazione fortemente e motivatamente critica sugli esiti derivanti dal testo in discussione, qualora fosse approvato tal quale, si risponde non discutendo tale valutazione, ma opponendole plateali incongruità. Che vanno dalla disciplina di partito, alla tenuta della maggioranza di governo, allo scioglimento anticipato del Parlamento, il cui potere, peraltro, non spetta al Presidente del Consiglio. A queste manifestazioni di mera tracotanza si aggiungono però, a difesa del disegno governativo, due argomentazioni che richiedono specifiche repliche. Una è quella della intangibilità fattuale delle deliberazioni già adottate, intangibilità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.