closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Raid turco sulla carovana di aiuti per Afrin

Siria. Un morto e 12 feriti nel bombardamento dei convogli partiti da Kobane, Raqqa e Manbij, luoghi simbolo della lotta all'Isis. Ankara: trasportavano armi. All'Onu difficile mediazione sulla tregua

La carovana per Afrin colpita dai jet turchi

La carovana per Afrin colpita dai jet turchi

Salim Xilêf, 28 anni, è morto ieri nel bombardamento turco contro la carovana di solidarietà che da Raqqa, Kobane e Manbij stava viaggiando verso Afrin. A 35 giorni dal lancio di «Ramo d’Ulivo», con gli ospedali del cantone curdo-siriano in estrema difficoltà, centinaia di persone di diverse etnie e confessioni erano partite dai tre luoghi simbolo della lotta all’Isis per portare aiuti, cibo e medicinali. L’aviazione turca ha reagito colpendo il convoglio di 30 veicoli: Salim è morto e 12 civili – tra i 21 e i 60 anni – sono stati feriti. L’agenzia curda Anf ha pubblicato i video...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi