closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Prodi: “La Germania non fa rispettare le regole che ha imposto all’Europa”

L'ex presidente della Commissione Ue. Dura critica al governo di Angela Merkel e al sistema industriale tedesco dopo lo scandalo delle emissioni truccate

L'ex premier italiano ed ex presidente della Commissione Ue, Romano Prodi

L'ex premier italiano ed ex presidente della Commissione Ue, Romano Prodi

Critiche dell’ex premier e presidente della Commissione Ue, Romano Prodi, alla Germania. «Il caso Volkswagen ci obbliga a riflettere - ha scritto ieri su Il Messaggero - Conosco bene che la forza e la grandezza spingono quasi naturalmente un’impresa a ritenere che le regole siano sottoposte al proprio potere e non viceversa», ma «si tratta di una violazione esercitata in un settore particolarmente delicato, che è quello dell’inquinamento, nel quale l’Europa, sotto guida tedesca, ha imposto a tutti regole severe e ha preteso di essere un esempio di coerenza e rigore». Prodi parla di «un danno di immagine quasi irreparabile...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.