closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Prima l’aborto era un privilegio, ora in Argentina è un diritto»

America latina. Intervista alla più giovane senatora del paese, María Eugenia Catalfamo, dopo la legalizzazione dell'interruzione di gravidanza: «Serviva una legge che generasse uguaglianza: chi aveva maggiori possibilità economiche trovava forme sicure per abortire, le donne povere rischiavano la vita»

La gioia delle donne argentine, in piazza a Buenos Aires, dopo l'approvazione della legge sull'aborto

La gioia delle donne argentine, in piazza a Buenos Aires, dopo l'approvazione della legge sull'aborto

María Eugenia Catalfamo è la senatora più giovane d’Argentina. Ha 33 anni e da tre anni rappresenta la provincia di San Luis. Era presente il 29 e 30 dicembre 2020, e ha votato a favore della legge sull’aborto. Fa parte del Frente de Todos, la coalizione che appoggia il presidente Alberto Fernandez. Qualche giorno dopo la storica giornata si è fatta intervistare. Cosa ha significato per te il voto di fine anno? Per me è stata una grande emozione, da diversi punti di vista. L’emozione più grande è stata partecipare a un momento storico, arrivato dopo anni di lotte, di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.