closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Passa la «rivoluzione» della sicurezza sociale Usa. Vale 1.750 miliardi

Stati uniti. Scuola materna gratis, congedo familiare, crediti di imposta, tetto ai costi dei farmaci: dopo otto mesi di faide interne ai democratici e di opposizione dei repubblicani, arriva il sì della Camera. Ora tocca al Senato

La speaker della Camera, Nancy Pelosi

La speaker della Camera, Nancy Pelosi

Dopo otto mesi di faide interne, opposizioni dei repubblicani e la minaccia di indire una sorta di assemblea permanente, la Camera ha approvato il Build Back Better Act, la più grande espansione della rete di sicurezza sociale passata negli Usa da decenni, un disegno di legge da 1.750 miliardi di dollari e il potenziale per rivoluzionare l’assetto dell’assistenza sociale statunitense. Alla Camera il voto finale è stato di 220-213 con un democratico, Jared Golden del Maine, che ha votato contro. Non si sa se e come questa legge passerà al Senato, dove il leader della maggioranza dem Chuck Schumer ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.