closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Orrore nella risaia, almeno 110 morti in un’incursione di Boko Haram

Nigeria. Voto insanguinato nello Stato settentrionale del Borno Ma il presidente Buhari insiste: «Jihadisti sconfitti» E spinge per il rientro dei profughi

Koshobe, dopo la strage

Koshobe, dopo la strage

Sono almeno 110 i civili uccisi sabato dai terroristi di Boko Haram in un villaggio dello stato del Borno (nord-est della Nigeria). «Il 28 novembre uomini armati arrivati aa bordo di motociclette e hanno perpetrato un brutale attacco a uomini e donne che lavoravano nei campi di Koshobe, decapitando numerose persone», ha detto domenica il coordinatore dell’Onu in Nigeria, Edward Kallon. L'ATTACCO È AVVENUTO in una risaia a meno di dieci chilometri da Maiduguri, la capitale dello stato, in concomitanza delle elezioni locali nello stato del Borno, consultazioni che si sono svolte, dopo 13 anni di sospensione, per eleggere i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi