closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Omofobia, la legge delle destre discussa con il ddl Zan

Il centrosinistra contro il presidente della commissione Giustizia: «Ci ha impedito di votare»

E’ il paradosso della commissione Giustizia del Senato. I numeri per procedere prima con la discussione e poi con l’approvazione del ddl Zan contro omofobia, transfobia misoginia e abilismo sulla carta bastano e avanzano, visto che il testo può contare su un vasto schieramento favorevole che comprende Pd, M5S, LeU, Italia viva e Autonomie. Eppure il provvedimento, approvato dalla Camera a novembre dell’anno scorso, da mesi resta fermo dov’è, paralizzato dall’ostruzionismo del centrodestra, Lega in testa. L’ultimo atto si è avuto ieri quando, come annunciato, in commissione ha fatto ingresso il ddl sull’omofobia messo a punto da destra e centristi,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi