closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Omofobia, il ddl Zan divide i senatori dem. Poi, in serata, la ricomposizione

Nel pomeriggio, dopo una mattinata passata a discutere virtualmente in assemblea con gli altri senatori Pd, le parole del renziano Andrea Marcucci se non una vera a propria resa hanno tutta l’aria di essere quanto meno un invito a deporre le armi: «Sono disposto anche a votare così com’è il ddl Zan, con tutti i suoi limiti e con tutti gli errori commessi», dice l’ex capogruppo dem. «Il Pd però non si può permettere di prendere parte alla denigrazione di chi ha in merito opinioni diverse». Parole che sanano, almeno temporaneamente, la spaccatura aperta nel partito democratico dal disegno di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.