closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Non è finita qui». i cileni restano nella piazze

Sciopero generale contro Piñera . Inutile il maxi rimpasto di governo tentato dal presidente. E primi passi per un coordinamento delle forze popolari

Santiago del Cile, 28 ottobre

Santiago del Cile, 28 ottobre

Ci aveva sperato il presidente Piñera che tutto potesse tornare alla normalità. Che cambiando governo, revocando lo stato d'emergenza e irrobustendo il suo pacchetto di misure sociali, i cileni, stanchi e soddisfatti della monumentale prova di forza data venerdì scorso, facessero finalmente ritorno a casa. IL FATTO È CHE, per quanto abbia detto e ripetuto di aver compreso il messaggio della popolazione, il presidente non lo ha ascoltato affatto. Altrimenti, avrebbe capito subito che far dimettere tutti i ministri senza andarsene lui per primo non sarebbe servito a nulla, come pure promettere misure palliative di fronte a rivendicazioni mirate invece...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.