closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Nessuno è illegale» sfila anche a Bologna. Ma stavolta il sindaco non c’è, né il Pd

Corteo contra la legge Minniti-Orlando. Amelia Frascaroli: «Sbaglia Merola, a Milano invece Sala ha saputo fare proposte concrete»

Lo striscione di apertura del corteo di Bologna

Lo striscione di apertura del corteo di Bologna

«I migranti hanno bisognoi mezzi sicuri e corridoi umanitari protetti, non di barconi che affondano». Francesca è una delle 5mila persone che ieri pomeriggio hanno scelto di marciare a Bologna per l’accoglienza e per dire che «nessuno è illegale». Accanto a lei centri sociali, associazioni, sindacati e tutti i partiti della sinistra, meno il Pd. Un corteo festoso aperto da centinaia di migranti arrivati da tutta l’Emilia-Romagna: è stata questa la risposta della città alla chiamata della fitta rete di sigle che ha dato vita al corteo «No one is illegal». Una marcia nata dal basso, terminata con un minuto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.