closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Mosca: «Sanzioni Ue contro i diritti umani»

Russia. Dura presa di posizione del ministro degli esteri Lavrov al Palazzo di Vetro: «L’Onu tace sui russi nel Baltico». E poi attacca gli Stati Uniti per il blocco di North Stream 2

Il ministro degli esteri russo Lavrov

Il ministro degli esteri russo Lavrov

Metodi illegittimi di ricatto e pressione. Con queste parole il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov, intervenuto ieri alla 46ma sessione del Consiglio per i diritti umani dell’Onu, ha parlato delle sanzioni internazionali nei confronti della Federazione Russa. Ricordando come alcuni Paesi abbiano ignorato la richiesta di sospendere le sanzioni sulle forniture di cibo, medicinali e attrezzature per la lotta alla pandemia, il capo della diplomazia di Mosca ha affermato che «le capitali occidentali continuano a ignorare l’impatto distruttivo delle restrizioni illegali sull’esercizio dei diritti umani». Un duro intervento che risponde alle misure restrittive annunciate lunedì 22 febbraio dall’Alto rappresentante...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi