closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Messico, rapito e ucciso attivista per i diritti degli indigeni

Messico. Amlo vuole «riconciliazione» ma l’Ezln nega di aver accettato alcun «dialogo»

Una protesta degli studenti messicani per gli omicidi e le sparizioni

Una protesta degli studenti messicani per gli omicidi e le sparizioni

Il sangue continua a scorrere senza sosta in Messico. Martedì 17 luglio, nello stato di Oaxaca, uomini con indosso delle divise militari, hanno assaltato la casa e rapito Abraham Hernández Gonzales, militante del Comitato di difesa dei diritti indigeni. Immediatamente sono state avvisate le forze di polizia che però non si sono attivate. Dopo cinque ore Gonzales è stato trovato morto. IL CONGRESSO NAZIONALE indigeno ha immediatamente denunciato «l’impunità e la complicità dei tre differenti livelli di governo (locale, statale e federale) nei crimini contro chi difende la terra e le risorse naturali contro l’accaparramento capitalista». In Michoacan, invece, nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.