closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Luoghi collettivi per immaginare il mondo che verrà

Profondo Rosso. Una società alternativa non può che nascere dalle «connessioni sentimentali», senza le quali la politica è distante e chiusa

Per chi oggi va a scuola o all’università quella del Pci è una storia lontana, che non abbiamo mai vissuto. Una storia che a scuola non si studia, che ritroviamo a volte nei racconti di compagni e compagne molto più grandi di noi, oppure che si fa memoria collettiva e sembra quasi scritta in alcune strade, in alcuni palazzi delle nostre città, ma che parla di un mondo che non esiste quasi più. Negli ultimi decenni l’attacco neoliberista al welfare, al lavoro, ai luoghi e alle organizzazioni collettive ha consolidato l’idea che il conflitto di classe fosse qualcosa di stantio,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi