closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

L’unico a essere «Eterno» è il presidente Kim Il Sung

Speciale in Asia. Agli occhi del potere nordcoreano la religione diventa un’ideologia alternativa e quindi una minaccia all'unico fine che si pone: perpetrare sé stesso. Il semplice sospetto che le organizzazioni non governative confessionali siano infiltrare della Cia, come rivelato lo scorso anno da Intercept fomentano tali paure

Dalla finestra del Peter's Coffee Shop di Dandong si vede la Corea del Nord. Il locale è sul lungo fiume della città nella Cina nordorientale, al confine con il regime. Un centinaio di metri più in là inizia il ponte dell’Amicizia sulla cui linea monorotaia viaggiano merci e transfrontalieri nordcoreani che vanno a lavorare per le imprese cinesi. Il proprietario del Peter's Coffeee Shop è Kevin Garratt, cittadino canadese da trent’anni in Cina, gli ultimi due passati agli arresti con l’accusa di spionaggio e liberato soltanto nei giorni successivi al G20 ospitato ad Hangzhou per merito del lavoro diplomatico del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi