closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«L’Italia e l’Europa ci aiutino: portateci via dalla Libia»

Mediterraneo. Da due settimane Kosofo protesta nelle strade di Tripoli insieme a migliaia di rifugiati. «Qui all’accampamento non abbiamo riparo da pioggia e freddo. Il cibo scarseggia, ma cuciniamo insieme e condividiamo tutto. Ci sostengono anche alcuni libici», racconta

Rifugiati accampati davanti alla sede Unhcr a Tripoli

Rifugiati accampati davanti alla sede Unhcr a Tripoli

Migliaia di rifugiati sono accampati da due settimane davanti alla sede Unhcr di Tripoli, dove non si era mai vista una protesta simile. Sono soprattutto eritrei, somali, etiopi e sudanesi, nazionalità a cui quasi sempre viene riconosciuto l’asilo politico. «In Libia siamo in pericolo, chiediamo il trasferimento in un paese sicuro», afferma Kosofo, 29enne nato in Sudan ma da cinque anni in Libia. Il nome è di fantasia: il ragazzo teme ritorsioni, è molto attivo nella protesta e fa parte del gruppo che gestisce le relazioni con i media. Martedì scorso il ministro dell’Interno libico Khaled Mazen ha proposto ai...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.