closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Liste dem a misura di candidato sindaco. Lepore esclude gli avversari interni

Elezioni. Marcucci: «Il Pd ha deciso di non essere plurale. Un brutto segnale, spero sia corretto»

Matteo Lepore

Matteo Lepore

C’è stato anche chi, di fronte all’esito finale, ha ricordato a bassa voce la cosiddetta «legge del fratricidio», e cioè la pratica da parte del monarca appena incoronato di far uccidere i suoi fratelli maschi, perché rivali pericolosi e poco controllabili. È successo ieri mattina nel Pd di Bologna, dove le correnti avversarie del candidato sindaco Matteo Lepore sono state letteralmente cancellate dalla mappa politica del futuro consiglio comunale. A rimanere fuori lista anche gli assessori dem uscenti Marco Lombardo e Alberto Aitini, e cioè i due principali contendenti alla carica di candidato sindaco del centrosinistra. Per fermare l’ascesa di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.