closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«L’estate prossima avranno molto di cui parlare a Capalbio»

Sanremo 71. Se si voleva far sfigurare le donne, al festival possono dire: «Missione compiuta»

Barbara Palombelli sul palco dell'Ariston

Barbara Palombelli sul palco dell'Ariston

Se si voleva far sfigurare le donne, al festival di Sanremo possono dire: «Missione compiuta». Gli autori non l’hanno fatto apposta, non c’è stata sottile perfidia, gli è bastato essere spontanei e invitare come ospiti della quarta serata la giornalista Barbara Palombelli e la direttrice d’orchestra Beatrice Venezi che, più che aiutare le proprie consessuali, le hanno fulminate con banalità e pensieri molto apprezzati dai sostenitori del patriarcato (vedi Pillon). Palombelli si è esibita in un monologo infarcito di educativi dati autobiografici di cui l’Italia era in ansiosa attesa: «Sono figlia dei Beatles e dei Rolling Stone», «Mio padre mi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi