closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Le proteste una «lezione da imparare». Cuba, accenno di autocritica

Le concessioni al malcontento popolare. Via i dazi sulle merci importate e salari statali al rialzo. Ma «ci sono problemi che non possiamo risolvere», avverte Díaz-Canel. Il governo ricorda anche i successi (miracolo vaccini). Resta il blocco di reti sociali e app di messaggistica

Da Miami l'appoggio a prescindere alle proteste in corso a Cuba

Da Miami l'appoggio a prescindere alle proteste in corso a Cuba

Le proteste hanno lasciato il segno, ma per il governo cubano hanno rappresentato anche una lezione importante. «Dobbiamo trarne insegnamento e tracciare un'analisi critica dei nostri problemi, per poterli superare ed evitare che si ripetano», ha dichiarato il presidente Miguel Díaz-Canel. PERCHÉ NON SI PUÒ NEGARE, ha riconosciuto, che ci sono state mancanze da parte delle istituzioni nei confronti delle richieste della popolazione. Anche se «ci sono problemi che non possiamo risolvere», perché sono le condizioni stesse a impedirlo. Quelle create da un embargo «crudele e genocida» che non ha permesso al paese di «avanzare con la velocità sperata». Se...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.