closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

L’attacco dei vescovi ai mafiosi: «Siete tutti peccatori»

Sicilia. Venticinque anni dopo l’intervento di Wojtyla la Chiesa siciliana torna a schierarsi

Era il 9 maggio 1993 quando Giovanni Paolo II, nella Valle dei Templi di Agrigento, gridò ai mafiosi quel «Convertitevi!» diventato storico. Ieri i vescovi di Sicilia, ad Agrigento, dopo 25 anni, hanno ricordato l’evento, pubblicando una lettera, titolata Convertitevi! (per «prolungare l’eco dell’appello alla conversione») che esce proprio nel giorno del quarantesimo anniversario dell’omicidio mafioso di Peppino Impastato, il cui volto è riprodotto in una bella fotografia – alle sue spalle, il balcone di Radio Aut – all’interno del lungo testo dei vescovi (47 pagine), edito da Il Pozzo di Giacobbe. «Tutti i mafiosi sono peccatori, quelli con la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi