closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La Nato asseconda Biden: «Colpa del governo afghano»

Afghanistan. Ieri riunione d'emergenza dell'Alleanza atlantica, il segretario generale Stoltenberg: «Sorpresi dal crollo politico e militare con una rapidità che non era stata anticipata». E al video-vertice della Ue si discute di profughi: soldi ai paesi di transito per fermarli

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg nel quartier generale dell’Alleanza a Bruxelles

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg nel quartier generale dell’Alleanza a Bruxelles

In queste ore l’emergenza dell’occidente resta l’evacuazione dei «nostri», imbarcando per il momento solo qualche afghano nella confusione più totale, nel tentativo di salvare la faccia, in attesa di un’eventuale futura conferenza internazionale per far fronte al dramma degli esuli. MA LA NATO SCONFITTA già scarica le responsabilità, per evitare che gli Stati uniti siano messi sul banco degli accusati per la precipitazione e l’improvvisazione dell’ultima fase della ritirata, iniziata lo scorso maggio. I governi europei non criticano ad alta voce Washington, che con Trump ha legittimato i talebani nei colloqui di Doha e con Biden ha precipitato la situazione,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.