closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

La lezione radicale di Lukács

RITRATTI. Il 4 giugno di 50 anni fa moriva il filosofo e intellettuale ungherese ora seppellito a Budapest. Un percorso nella sua complessa formazione, dalla parte del proletariato

Sono tornato a Budapest qualche tempo fa. Ho ritrovato una città che, da quando avevo svolto la mia attività di borsista presso l’«Archivio Lukács» alla metà degli anni Ottanta del secolo scorso, è molto cambiata. Ho rivisto quell’appartamento al numero 2 del Belgrad Rakpart, la banchina lungo il Danubio, a pochi passi dal Ponte della Libertà, dove entrai tanti anni fa per la prima volta. Sono tornato a citofonare a quel portone e, pur consapevole del fatto che tutti i materiali dell’Archivio sono stati portati altrove e che, quindi, l’Archivio non riveste più la funzione che prima aveva, ho sperato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi