closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La destra al governo vuole spremere i lavoratori. Oggi protesta nazionale

Austria, proposta di legge per 12 ore al giorno, 60 settimanali. Conferenze in tutte le regioni dei consigli di fabbrica e assemblee aziendali sempre strabordanti hanno preparato l’evento. Mobilitati gli apprendisti che saranno ancora più sfruttati, le organizzazioni femminili per il peso ancora maggiore che le nuove regole comporterebbero per le donne costrette a scegliere il part time. Forte la mobilitazione del partito socialdemocratico (Spoe) dell’ex cancelliere Christian Kern che sul tema si è ricompattato annunciando un referendum sulla legge se non verrà ritirata.

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz

Se 8 ore vi sembran poche, provate a farne 12 al giorno, per 60 ore settimanali. È quanto pretende il governo austriaco Kurz-Strache, nella proposta di legge che il parlamento voterà il 5 luglio, con procedura rapida. RIMANE IN VIGORE l’orario di lavoro normale di 8 ore giornaliere e 40 settimanali, ma il datore di lavoro ti può chiedere di fare 12, senza più doversi giustificare come era obbligato prima. Toccherà invece al dipendente farlo, spiegare con motivi validi perché non intende fare straordinari. L’orario di lavoro normale poteva già essere esteso rispettivamente a 10 e 50, ma le flessibilità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.