closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Jihadisti scatenati in Niger, 90 vittime in pochi giorni

Sahel in guerra. Nella ormai famigerata zona dei "tre confini", malgrado la presenza delle truppe internazionali, è strage di militari e «milizie di autodifesa locali»

Il presidente nigerino Mohamed Bazoum

Il presidente nigerino Mohamed Bazoum

Si sono conclusi nella giornata di ieri sabato 6 novembre i due giorni di lutto nazionale indetti dal presidente Mohamed Bazoum in Niger. Giornate di «unità nazionale e cordoglio», come dichiarato dal governo, a causa di un attacco jihadista contro gli abitanti del villaggio di Banibangou (regione di Tillabéri) in quell’area ormai tristemente nota come zona dei "tre confini" (Mali, Niger, Burkina Faso). L'attacco è avvenuto marted scorso, ma è stato confermato giovedì sera dal governo nigerino con un bilancio di almeno 69 civili trucidati. Tutte le vittime appartenevano  alle «milizie di autodifesa locali», nate come risposta alle continue incursioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.