closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Iran, spezzare la spada di legno, negoziare la libertà

Iran . Rouhani aveva promesso una rete democratica, ma nell’Iran del 2018 la narrazione pro-web si scontra ancora con un controllo verticale dell’evoluzione digitale

Abbracciare la rete invece di vederla come una minaccia: era il 2014 e il presidente iraniano, Hassan Rouhani, suggeriva di imprimere uno scarto nella gestione di internet nel paese. Accumulare restrizioni e stringere le maglie della censura - continuava Rouhani - sarebbe stato come continuare a sguainare una «spada di legno in uno scontro a fuoco». «Internet va vista come un’opportunità. Bisogna riconoscere ai cittadini il diritto di connettersi alla World Wide Web», diceva nelle dichiarazioni riportate dall’agenzia Irna. Rouhani un anno prima aveva preso il timone del governo della Repubblica islamica dopo due mandati del presidente conservatore Mahmoud Ahmadinejad,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.