closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Inferno jihadista a Mogadiscio, al-Shabab colpisce ancora

Somalia. Al Shabab colpisce ancora. Autobomba all’ora di punta, strage di civili nella capitale: almeno un centinaio le vittime. Il governo italiano condanna, ma come per la guerra nell'altra ex colonia, la Libia, non sembra aver molto da dire

Mogadiscio, il luogo della devastante esplosione avvenuta nella mattina di sabato 28 dicembre

Mogadiscio, il luogo della devastante esplosione avvenuta nella mattina di sabato 28 dicembre

Scacciato da Mogadiscio nel 2011, il gruppo qaedista somalo al Shabab non perde occasione di riaffermare la sua capacità di colpire la capitale, confermando anche la tendenza a non fare distinzioni tra apparati politici, forze di sicurezza e popolazione civile. Se in luglio il kamikaze di turno era penetrato fin dentro il municipio uccidendo anche il sindaco Abdirahman Omar Osman, le vittime dell'attentato di ieri – oltre 90 morti e 100 feriti secondo le stime provvisorie delle autorità - sono soprattutto studenti universitari, donne, bambini, cittadini in fila davanti a un ufficio di riscossione dei tributi. Oltre a una dozzina...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.