closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Venezuela al voto, Maduro sfida gli Usa e l’astensione

Domenica la sfida presidenziale. Il presidente «Nico» insidiato dall'ex chavista Henri Falcón. Le opposizioni riunite nella Mud boicottano le urne. In agguato Casa bianca e destre latinoamericane

La chiusura della campagna elettorale di Nicolás Maduro a Caracas

La chiusura della campagna elettorale di Nicolás Maduro a Caracas

Gli ultimi a esprimersi per la sospensione delle presidenziali in Venezuela - per «mancanza di garanzie democratiche» - sono stati all’inizio della settimana i vescovi venezuelani. Prima di loro mezzo mondo lo aveva già fatto. L’Occidente - Usa, Ue , destre latinoamericane, ovvero quello che conta e che pretende di mantenere il «suo» ordine - le ha bollate con un marchio di fuoco: «Sono una farsa, una frode». Nonostante il fuoco di sbarramento internazionale e un’opposizione trincerata sulla linea del boicottaggio, domenica avranno luogo le elezioni presidenziali anticipate. 22 milioni di venezuelani sono chiamati alle urne per decidere chi tra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi