closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il silenzio dell’Egitto su Giulio Regeni. La famiglia: «Un fallimento»

Bell'affare. L’atteso incontro tra procure si conclude con un nulla di fatto. «Ritirare l’ambasciatore», chiedono i genitori del ricercatore. Dieci giorni fa il primo ministro Conte prometteva: business e armi porteranno collaborazione. Stiamo militarizzando il Mediterraneo, armando uno dei suoi più brutali regimi e siamo senza verità

Pif, Claudio Regeni, Paola Deffendi e Alessandra Ballerini all’incontro sul libro «Giulio Fa Cose» a Milano

Pif, Claudio Regeni, Paola Deffendi e Alessandra Ballerini all’incontro sul libro «Giulio Fa Cose» a Milano

La strategia «soft» del governo Conte per convincere gli egiziani a dire la verità sulla morte di Giulio Regeni ci ha impiegato appena un’ora a evaporare, vittima della sua stessa inconsistenza. Ci aveva spiegato, a noi che non vogliamo capire, che l’unico modo per ottenere collaborazione dal regime del presidente al-Sisi sono il business, le fregate Fincantieri da 1,2 miliardi di euro e poi jet e caccia e satelliti, nove, undici miliardi di euro. È bastata una videoconferenza e il castello di carta è volato via. Ieri, a 14 mesi dalla rogatoria dell’aprile 2019 mossa dalla Procura di Roma agli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.