closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il primo grande “schiaffo” per Ennahdha

Tunisia. Respinto dal parlamento il governo proposto dal premier Habib Jemli, islamisti in declino e relazioni diplomatiche dell'Italia da rivedere

L'aula del parlamento di Tunisi durante il discorso di Habib Jemli

L'aula del parlamento di Tunisi durante il discorso di Habib Jemli

Il 10 gennaio 2020 a tarda sera l'Assemblea dei Rappresentanti del Popolo ha respinto il governo proposto da Habib Jemli, primo ministro indicato dal partito islamista Ennahdha. I 134 deputati hanno votato contro il governo, mentre solo 72 hanno votato a favore. Solo i deputati del partito Ennahdha (ad eccezione di Zied Laadhari) e la coalizione di Al Karama ( islamismo radicale ) hanno votato a favore del governo. Tre parlamentari si sono astenuti. La fiducia al parlamento viene così rigettata dalla maggioranza progressista del parlamento e questo rappresenta il primo grande "schiaffo" subito dal partito islamista conservatore di Rached...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.