closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il coraggio della sinistra nello smarrimento quotidiano

Sinistra. Perché, nonostante disagio e degrado sociale crescenti, manca una protesta, stabile e dispiegata, che non sia la forma delegante e sfregiata del «populismo»

Aldo Bonomi mi propone di rimettere in gioco il mio Non ti riconosco, dichiarazione di smarrimento espressa in forma affermativa. E di virarla, per così dire, in forma interrogativa: come provare a conoscere il nostro tempo, fattosi appunto irriconoscibile? Ricostruisce anche, in quel suo articolo, il nostro “camminare domandando” fuori dalle mura sicure del fordismo verso i territori magmatici del post-fordismo. E racconta la fatica di Sisifo di seguire il movimento altalenante della scomposizione e della ricomposizione di quasi tutto, soggetti storici, equilibri territoriali, comparti produttivi e riproduttivi, forme della rappresentanza e della rappresentazione… Con in testa la consapevolezza (l’idea,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi