closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Hoda Barakat rompe la gabbia dell’appartenenza

Intervista. Parla la scrittrice libanese Hoda Barakat, ospite in Italia della Società italiana delle letterate. "Le stragi di Parigi e Beirut lasciano attoniti. Occorre affinare lo sguardo per capire perché l’Isis fa proseliti nel Medioriente e tra i giovani europei di origine araba"

Tra le più note e brillanti scrittrici libanesi, Hoda Barakat vive da oltre trent’anni a Parigi, nella zona di Place de la République, epicentro dell’attacco terroristico che ha colpito la capitale francese. Profonda conoscitrice dell’opera di Marcel Proust e Robert Musil, ma anche dei poeti arabi del IX e del X secolo, indaga da sempre i simboli e la storia del paese mediorientale, restituendo della crisi di quella parte del mondo un’interpretazione che mette al primo posto la ricerca della libertà rispetto alle appartenenze comunitarie, religiose, di genere. Nata nel 1952 a Beirut da una famiglia cristiano maronita originaria del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.