closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

«Frontiera dura» contro i migranti, la Polonia prolunga l’emergenza al confine con la Bielorussia

Situazione disperata. Il governo vuole prendere tempo per completare l’installazione alla frontiera di circa 250 chilometri di “concertina”, un tipo di filo spinato con lame a spirale doppia. Giornalisti e operatori umanitari devono rimanere fuori

Migranti a Usnarz Gorny, in Polonia, al confine con la Bielorussia

Migranti a Usnarz Gorny, in Polonia, al confine con la Bielorussia

La Polonia mantiene la “frontiera dura” con il vicino bielorusso prolungando lo stato di emergenza per arginare i migranti provenienti dal Medio Oriente. Il Sejm, la camera bassa del parlamento, ha votato giovedì per l’estensione dello stato di emergenza di altri 60 giorni nel voivodati di Lublino e della Podlachia. Nessuna sorpresa nelle dichiarazioni del ministro dell’Interno polacco, Mariusz Kaminski il giorno prima del voto: «La frontiera deve essere “dura”. Non possiamo cedere. Non lasceremo che le nostre frontiere siano violate». Il partito della destra populista Diritto e giustizia (Pis) e i suoi alleati hanno deciso di fare tutto da...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.