closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Fantascienza in Cina: «Su Marte non ci sono le tegole smaltate»

Cina. La giovane scrittrice Hao Jingfang ha vinto il Premio Hugo sbaragliando avversari del calibro di Stephen King

La luce del giorno è razionata e non tutti hanno il diritto di osservarla. Il bene più prezioso in assoluto è il tempo libero, di cui solo i ricchi possono godere. Lo spazio per vivere e muoversi è determinato in base al censo. È una distopia claustrofobica e cupa quella in cui la giovane scrittrice cinese Hao Jingfang ha ambientato la storia che le ha fatto vincere lo scorso agosto il Premio Hugo. Con il suo romanzo breve Folding Beijing, traducibile come «Pechino ribaltabile», la trentaduenne nata a Tianjin è riuscita a sbaragliare avversari del calibro di Stephen King e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.