closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Extinction Rebellion, la polizia vieta le proteste

Regno unito. Dopo 8 giorni di mobilitazione e circa 1.450 arresti, Scotland Yard gira la vite della repressione e bandisce le manifestazioni ecologiste con la cosiddetta procedura d’ordine pubblico Section 14. Il pugno duro è anche frutto di una revisione/estensione dei poteri della polizia elaborate dal ministero dell’interno la scorsa settimana

Una delle co-fondatrici di Xr Gail Bradbrook sulla porta del al ministero dei trasporti

Una delle co-fondatrici di Xr Gail Bradbrook sulla porta del al ministero dei trasporti

L’ottavo giorno di protesta e di semiparalisi del traffico londinese, dopo circa 1.450 arresti e dopo un blocco delle vie d’accesso allo hub finanziario della City, la polizia ha girato la vite della repressione su Extinction Rebellion. Il gruppo di disobbedienza civile da oltre una settimana paralizza varie parti della capitale per sensibilizzare il pubblico sull’ecocidio incalzante e indifferenziato… di cui siamo tutti responsabili. Già lunedì sera, una volta diramato un annuncio di sgombero rivolto a tutto il gruppo che imponeva di liberare la piazza entro le ventuno, gli agenti hanno cominciato a rimuovere di peso da Trafalgar Square -...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.