closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Esperimenti di resistenza femminile a Teheran

In persiano «MeToo», «anche io», si dice «man ham». Alla fine di ottobre dell’anno scorso, mentre migliaia di donne da diversi Paesi del mondo condividevano sui social le loro esperienze di molestie sessuali e comportamenti inappropriati rispetto al loro corpo, l’attrice iraniana Anahita Hemmati postava su Instagram un selfie scandendo con un hashtag quelle stesse parole. Scriveva «anche io». Niente di più. Come lei, altre donne iraniane hanno partecipato a un racconto collettivo contro un sistema di potere sconfinato che fa del corpo delle donne oggetto di attenzioni e abusi non graditi e mai richiesti. In Iran, però, quel «man...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.