closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Elicotteri, blindati e 200 agenti: strage nella favela

Brasile. La polizia giustizia 25 persone a Jacarezinho, nella zona nord di Rio de Janeiro. Gli abusi sono strutturali: nei primi tre mesi del 2021, cinque morti al giorno. La protesta degli abitanti e delle organizzazioni per i diritti umani

La protesta nella favela di Jacarezinho a Rio de Janeiro

La protesta nella favela di Jacarezinho a Rio de Janeiro

Con il passare delle ore appare sempre di più come una chacina, mattanza, quella che si è consumata giovedì mattina nella favela Jacarezinho, nella zona nord di Rio de Janeiro. Un’operazione di polizia con 200 agenti e l’impiego di due elicotteri e veicoli blindati ha portato morte e distruzione tra i 400mila abitanti della baraccopoli. Si contano almeno 25 morti, tra cui un agente di polizia, e numerosi feriti. Un intervento violento, con spari dagli elicotteri e l’uso di granate e fucili automatici, ha prodotto la più grande carneficina nella storia di Rio. Anche alcuni passeggeri che si trovavano nella...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi