closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

È scomparsa la proposta che criminalizza la tortura

Leggi. Non c’è traccia alla Commissione giustizia

Meglio pagare piuttosto che fare una legge contro la tortura. Scompare dai lavori parlamentari la proposta di legge che criminalizza la tortura. Desaparecida. Non c’è traccia all’ordine del giorno della Commissione Giustizia del Senato. Era il 9 aprile 2015 quando la Corte Europea dei diritti umani nel caso Cestaro (torturato alla Diaz) nel condannare l’Italia stigmatizzava l’assenza del crimine di tortura nel codice penale italiano. Renzi aveva promesso che la risposta italiana alla Corte di Strasburgo sarebbe stata la codificazione del reato. Da allora è accaduto qualcosa di peggio che il consueto niente. Le forze contrarie hanno trovato buoni alleati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi