closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Disastro a destra, ma i leader svicolano

Pochi ma buoni. Meloni difende i candidati e se la prende con la «campagna di criminalizzazione». Salvini nega la sconfitta. Fi invoca Berlusconi

Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Antonio Tajani

Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Antonio Tajani

«È una sconfitta, bisogna riconoscerlo. Però parlare di débacle mi sembra eccessivo». Forse non può dire altro Giorgia Meloni, leader al momento del primo partito della coalizione di destra, Fratelli d’Italia. Ma la bugia suona lo stesso stridente. Cosa ci vuole di più del cappotto in tutte le grandi città col rischio sfiorato di perdere persino la sicurissima Trieste, del candidato sulla piazza di Roma travolto dal rivale, di quello di Milano che nemmeno arriva al ballottaggio, della littoria Latina conquistata dagli avversari, per parlare di débacle? MA FORSE IL VERO segno della disfatta della destra non è neppure nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.