closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Diciannovenne fa strage in una scuola di Kazan, nove le vittime

Russia. L'ombra di Beslan, ma non è terrorismo. «È il gesto di un folle». E Putin stringe sulla circolazione delle armi individuali

I parenti delle giovani vittime di Kazan

I parenti delle giovani vittime di Kazan

Nove persone uccise (sette studenti e due adulti, tra cui un insegnante) e 21 feriti. È il bilancio della strage avvenuta ieri mattina nella scuola 175 di Kazan, capitale della repubblica russa del Tatarstan. Un dramma che ha riportato alla memoria la strage di Beslan avvenuta in Ossezia del Nord nel 2004, quando un gruppo di oltre 30 terroristi, fondamentalisti islamici e separatisti ceceni - dopo aver occupato la «Scuola 1» della città - uccise oltre 300 persone (di cui 186 bambini) ferendone oltre 700 dopo l’irruzione delle forze speciali nell’edificio. Una strage che, come allora, si è consumata al...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.