closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Denuncia di Reporters sans frontières: «Le giornaliste afghane stanno scomparendo»

Il nuovo panorama mediatico in Afghanistan. 510 donne erano impiegate in otto grandi gruppi editoriali: oggi sono solo 76

N. è stata a lungo la direttrice di una catena di emittenti private diffuse un po’ in tutto il Paese e dirette da una bella sede alla periferia di Kabul. Dopo la caduta della capitale è riuscita a imbarcarsi con la famiglia per gli Stati Uniti. S. è invece stato il direttore di un giornale importante di Kabul su posizioni filogovernative. Che temesse per il suo lavoro e forse anche per la sua libertà personale – come nel caso della collega - era abbastanza logico tanto che è stato tra quelli che, prima ha spedito in Italia la lista dei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.