closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Covid19, l’allarme dei pediatri tra presunti rischi e documentati danni collaterali

Bambini e coronavirus. È urgente cambiare rotta se si vuole evitare che alla crisi sanitaria e a quella economica si aggiunga una crisi educativa e sociale dalle conseguenze pesanti per tutti i bambini

Disegni durante la quarantena

Disegni durante la quarantena

Comprensibilmente, fin dall’inizio della pandemia, prima i genitori e poi gli operatori dei servizi per l’infanzia si sono preoccupati di quanto i bambini sarebbero stati affetti dall’infezione da Covid-19. Su questo punto i dati sono ormai consolidati e coerenti tra i diversi studi effettuati, in Paesi diversi e da diversi gruppi di ricerca: i bambini si ammalano poco, molto poco; e quando lo fanno, le manifestazioni cliniche sono lievi. Le eccezioni sono poche, per lo più limitate a manifestazioni infiammatorie scatenate dal virus, tra le quali la più nota e importante è la vasculite (malattia simil- Kawasaki) non specifica del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi