closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Cosa racconta di noi la «lista indiana»

Ha suscitato grande scalpore lo scorso autunno la lista pubblicata da Raya Sarkar, la giovane studentessa di legge di origine indiana che ha deciso di rendere pubblici i nomi degli oltre 60 intellettuali e accademici che studentesse, ex-studentesse e colleghe avevano indicato come molestatori. La «lista indiana» includeva nomi di grande fama, come quello di Dipesh Chakrabarty e di Partha Chatterjee, studiosi noti in tutto il mondo per i loro contributi alla teoria post-coloniale e ai Subaltern Studies, espressione, almeno sulla carta, di un progetto politico di solidarietà radicale con tutt@ coloro che non hanno una voce. La lista va...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.