closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Come salvarsi dal Covid-19 sotto le bombe nucleari

Stati Uniti. In previsione di un attacco è meglio sapere che «a causa del Covid-19 molti posti, da cui passate per andare al lavoro e ritornare, possono essere chiusi o non avere regolari orari di apertura». Le nuove paradossali istruzioni diffuse dall’agenzia per le emergenze

Briefing di Trump alla Casa Bianca. Dietro a lui si vedono il vicepresidente Mike Pence (secondo da sinistra) e il responsabile della Federal Emergency Management Agency (Fema) Peter Gaynor (secondo da destra)

Briefing di Trump alla Casa Bianca. Dietro a lui si vedono il vicepresidente Mike Pence (secondo da sinistra) e il responsabile della Federal Emergency Management Agency (Fema) Peter Gaynor (secondo da destra)

La Fema - Agenzia federale per la gestione delle emergenze, dipendente dal governo Usa – ha aggiornato le istruzioni alla popolazione su come comportarsi in caso di attacco nucleare. Le nuove istruzioni tengono conto del Covid-19, dei conseguenti lockdown e delle norme da seguire per proteggersi dal virus. Per essere pronti quando viene lanciato l’allarme per un imminente attacco nucleare – avverte la Fema – dovete sapere che «a causa del Covid-19 molti posti, da cui passate per andare al lavoro e ritornare, possono essere chiusi o non avere regolari orari di apertura». Dovete quindi individuare prima «i migliori luoghi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi