closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Ci sono 30mila morti in più secondo l’Istituto di statistica spagnolo

La destra attacca il governo Sánchez. L’Ine ha ricalcolato i casi non solo accertati attraverso un test molecolare ma anche quelli considerati probabili sulla base di quanto attestato nei certificati di morte, in seguito ai risultati di esami clinici o allo sviluppo di sintomi caratteristici del Coronavirus

Due infermiere piangono la scomparsa di un loro collega a Leganes, in Spagna

Due infermiere piangono la scomparsa di un loro collega a Leganes, in Spagna

Ironia della sorte, sono stati soprattutto i media legati alla destra a pompare il risultato del riconteggio dei morti di Covid effettuato dall’Istituto Nazionale di Statistica. Quotidiani e tv che hanno prima smentito che il virus rappresentasse un reale pericolo e poi, negando l’evidenza, hanno definito eccessive le misure di contenimento adottate dal governo Sánchez, ora accusano Psoe e Podemos di aver nascosto il numero reale di vittime della pandemia. «Gli spagnoli non meritano un governo che nasconde la verità. Le famiglie meritano rispetto e verità» ha denunciato in un tweet Pablo Casado, leader del Partido Popular, il maggiore partito...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi