closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Bulgaria-Inghilterra: scoppia il caso diplomatico

Razzismo. L’Uefa ha aperto un’inchiesta sui ripetuti cori razzisti dei tifosi lunedì sera dagli spalti dello stadio Vasil Levski di Sofia

L’Uefa ha aperto un’inchiesta sui ripetuti cori razzisti dei tifosi della Bulgaria lunedì sera dagli spalti dello stadio Vasil Levski di Sofia contro i calciatori neri dell’Inghilterra: Mings, Rashford e Sterling. Partita (vinta 6-0 dagli inglesi, valida per le qualificazione agli Europei della prossima estate) sospesa due volte per le ripetute interperanze dei «tifosi» vestiti di nero, tra ululati, saluti romani e magliette con la scritta No Respect, mutuata dal claim Uefa Respect. IL DOSSIER da parte del massimo organismo calcistico europeo - aperto anche per gli insulti dei tifosi inglesi durante l’esecuzione dell’inno bulgaro - è stato accompagnato da...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.