closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Berlino città rifugio, la svolta della nuova giunta

Germania. Obiettivo 20mila pratiche di cittadinanza all’anno, velocizzare i permessi di soggiorno: è il rivoluzionario programma sociale del nascente governo rosso-rosso-verde della capitale tedesca. Perché la città diventi «una metropoli internazionale cosmopolita» come si legge nella bozza di accordo di coalizione fra Spd, Verdi e Linke

Berlino, manifestazione per l’accoglienza dei rifugiati al confine con la Bielorussia

Berlino, manifestazione per l’accoglienza dei rifugiati al confine con la Bielorussia

Passare da 7mila a 20mila pratiche di cittadinanza all’anno, velocizzare i permessi di soggiorno e soprattutto trasformare Berlino in «Città rifugio» a misura di profughi di qualunque genere e provenienza. È il rivoluzionario programma sociale della nascente giunta rosso-rosso-verde della capitale tedesca su cui concordano la nuova sindaca-governatrice Franziska Giffey della Spd, la leader dei Verdi Bettina Jarasch e la deputata Katina Schuber della Linke. «Almeno 400 mila persone sono venute a vivere a Berlino negli ultimi anni eppure la maggior parte non ha ancora il passaporto tedesco. Finora ogni distretto ha deciso per proprio conto, ma d’ora in poi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.