closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Al via la spartizione etnica della Siria

L’atlantismo, quello strategico, dei contrabbandati valori e princìpi di libertà e diritto, affonda nel Rojava curdo-siriano, unico esperimento davvero democratico della regione. E tutto sarà sancito il 13 novembre con una bella stretta di mano tra Erdogan e Trump alla Casa Bianca. Cosa ci spartiamo oggi con una vecchia cara pulizia etnica, di qualche centinaio di morti e migliaia di profughi, che porta alle annessioni di interi territori? La Siria, naturalmente: via i curdi per far posto a militari turchi, milizie turcomanne, bande di jihadisti amici di Ankara, dell’Isis e profughi arabo-siriani a volontà. Poi un domani potrebbero seguire la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.