closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Afghanistan come la Siria». L’Onu teme per civili e migranti

Asia. Servono aiuti per 18,5 milioni di persone, ma Ue e Usa si preoccupano solo dei loro cittadini. I Talebani conquistano un altro capoluogo di provincia al confine con il Turkmenistan

Milizie private fedeli all’ex comandante mujahideen Ismail Khan nella città di Herat, dispiegate al fianco dell’esercito afghano

Milizie private fedeli all’ex comandante mujahideen Ismail Khan nella città di Herat, dispiegate al fianco dell’esercito afghano

I Talebani conquistano un secondo capoluogo di provincia, mentre la rappresentante speciale dell’Onu per l’Afghanistan parla con preoccupazione di «una nuova fase, più sanguinosa e drammatica» del conflitto, simile a quanto già visto in Siria e molti anni prima a Sarajevo. Sono notizie particolarmente drammatiche quelle che arrivano dal Paese centro-asiatico a tre settimane dal ritiro completo delle truppe americane, previsto entro la fine di agosto. Dopo aver conquistato venerdì Zaranj, capoluogo della provincia di Nimruz, al confine con l’Iran, ieri i Talebani hanno annunciato la conquista di un altro capoluogo. Si tratta di Shiberghan, nella provincia settentrionale di Jawzyan....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.