closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Accentramento e familismo: la Erdogan Economy

Turchia. Dopo 15 anni la Tigre anatolica ha gli artigli spuntati: il reìs si è appropriato del «tesoro», di aziende, informazioni e appalti. Ecco perché un attacco dei mercati alla lira turca è politico prima che economico

Un ufficio di cambio valute a Istanbul

Un ufficio di cambio valute a Istanbul

Come funziona la «Erdogan Economy» e perché questa crisi oltre che finanziaria sarà anche politica? Fino all’ascesa dell’Akp nel 2002 la Turchia è stata dominata dai laici e dai golpe dei militari, poi è toccato ai tradizionalisti e ai religiosi. L’intuizione di Erdogan è stata quella di dare rappresentanza politica alla Turchia conservatrice e tradizionalista rimasta per decenni ai margini e diventata protagonista dell’economia con le famose Tigri anatoliche, le piccole e medie imprese esportatrici, il motore del boom economico ma anche quelle più indebitate. C’è poco da scherzare oggi con il debito delle aziende turche: è quasi tutto a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.