closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Abbandonati nella terra di nessuno

Frontiera greco-macedone. Più di 2000 migranti bloccati al freddo dalle autorità di Skopje

Frontiera greco-macedone

Frontiera greco-macedone

Sono più di 2000 i migranti in attesa alla frontiera greco-macedone, in una terra di nessuno, perduta nelle lande sconfinate del nord della Grecia, di fianco al villaggio di Idomeni. E’ uno dei tanti snodi del «corridoio balcanico» che ha visto passare da inizio gennaio 600.000 uomini, donne e bambini. Sbarcati sulle isole i migranti sono obbligati a registrarsi nei centri di identificazione che si stanno trasformando in «hotspot», per poter comprare un biglietto per la nave che li porterà ad Atene. Dalla capitale greca, in autobus, raggiungono Idomeni, per poi continuare verso la Macedonia, in Serbia, Croazia ed Austria....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi