closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

A Varsavia mille toghe per corti libere

Polonia. Magistrati e avvocati polacchi in marcia contro la legge voluta dal PiS che punisce chi mette in dubbio l’operato del governo. L'ultimo tassello di un lungo percorso di orbanizzazione della magistratura

Per le strade di Varsavia la marcia silenziosa di giudici e avvocati contro il governo

Per le strade di Varsavia la marcia silenziosa di giudici e avvocati contro il governo

La Polonia si tinge nuovamente di nero. E questa volta non sono gli ombrelli delle donne scese in piazza per protestare contro l’ennesimo disegno di legge antiabortista. Ieri non ha piovuto a Varsavia e a sfilare in corteo sono state le toghe giunte nella capitale polacca dal resto del paese e da tutta Europa per dire nie alla legge-bavaglio sulla magistratura voluta dal governo della destra populista di Diritto e giustizia (PiS). I media locali e le forze all’opposizione preferiscono chiamarla «provvedimento museruola». Il significato non cambia: i magistrati che metteranno in dubbio l’operato e le sentenze degli organi giuridici...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.